MASTOPLASTICA ADDITIVA

Stampa

03-mastoplastica-additivaMASTOPLASTICA ADDITIVA: AUMENTO DEL SENO

La mastoplastica additiva è la denominazione dell’intervento chirurgico finalizzato all’aumento del volume del seno.
E' uno degli interventi più noti e richiesti.
Il chirurgo, con l’impiego di speciali protesi appositamente realizzate, può modificare forma e dimensioni del seno. Oltre al volume, è anche possibile correggere delle asimmetrie accentuate: un difetto molto più ricorrente di quanto non si possa credere.

QUALI RISULTATI PUÒ GARANTIRE LA MASTOPLASTICA ADDITIVA?

Adeguare volume, proporzioni e conformazione del seno al resto del corpo. Eliminare evidenti asimmetrie nel volume e nella forma del seno. Restituire tono e volume al seno dopo l’allattamento.

CI SONO RISCHI O COMPLICAZIONI NELLA MASTOPLASTICA ADDITIVA?

L’intervento di mastoplastica additiva è, in se, relativamente semplice e in grado di assicurare, nella quasi totalità dei casi, dei risultati assolutamente soddisfacenti. Non esistono rischi particolari quando l’intervento viene eseguito all’interno di strutture autorizzate e dotate delle migliori attrezzature. Talvolta, dietro a prezzi particolarmente invitanti, si celano situazioni non altrettanto rassicuranti sia sotto il punto di vista professionale che dell’igiene ed efficienza della struttura in cui viene effettuato l’intervento.

A CHE ETÀ È POSSIBILE SOTTOPORSI ALLA MASTOPLASTICA ADDITIVA?

L’unico limite di età per potersi sottoporre a questa tipologia di intervento è dato dal completamento dello sviluppo corporeo, che si raggiunge comunque prima dei 20 anni.

IN COSA CONSISTE LA VISITA PRE-INTERVENTO?

Dopo aver valutato lo stato di salute della paziente e aver verificato le analisi precedentemente effettuate, soprattutto riguardo la funzionalità cardiaca, coagulazione e cicatrizzazione, si procede all’analisi morfologica del seno. In questa seconda fase il chirurgo valuta con la paziente le attuali dimensioni del seno, dell’areola e del capezzolo e le possibili alternative possibili garantite dalla chirurgia estetica. A questo punto vi sono le normali raccomandazioni in merito all’alimentazione e stile di vita.

TIPOLOGIA DI PROTESI E DI POSIZIONAMENTO DELLE STESSE

Ai nostri giorni esistono diverse tipologie di protesi, in quanto questa particolare branca è in costante evoluzione, e diversi modi di posizionamento. Esse vengono inserite mediante via di accesso perialeolare, dalla parte inferiore del seno o per via ascellare e possono essere posizionate dietro la ghiandola mammaria o sotto il muscolo pettorale. Quest’ultima soluzione è quella che offre le maggiori garanzie a livello di estetico, di durata nel tempo e di riduzione del rischio di rigetto della protesi stessa. Le incisioni sono poco visibili proprio per via delle particolari zone scelte. Come noto, le protesi sono realizzate con un involucro di silicone contenente gel in silicone o soluzione fisiologica. Sono state abbandonate soluzioni alternative già da tempo. La conformazione, a seconda delle esigenze estetiche e morfologiche, può essere circolare o a goccia, mentre la loro superficie può essere liscia o rugosa. Le protesi lisce sono le più adatte al posizionamento sub ghiandolare in quanto risultano poco sensibili al tatto, mentre quelle a finitura rugosa (dette tesaurizzate) sono quelle che offrono le migliori garanzie anti rigetto. Ovviamente le protesi non provocano tumori al seno o malattie al tessuto connettivo.

 

01-mastopesi 02-breast_reduction-bn
Fig.1 Seno cadente e ptosico. Fig.2 Disegno pre-operatorio.
03-breast_reduction-bn 04-breast_reduction-bn
Fig.3 Incisioni. Fig.4 Risultato e cicatrici.
05-breast_reduction-bn
Fig.5 Risultato.

 

ANESTESIA, DURATA DELL'INTERVENTO E DEGENZA

Questa tipologia di intervento può essere effettuata sia con anestesia totale, sia in anestesia locale con opportuna sedazione: in ques’tultimo caso la paziente resta sveglia, ma insensibile al dolore e completamente rilassata. Nel primo caso la degenza è di due giorni, mentre nel secondo l’intervento viene effettuato in day ospital. La durata dell’intervento varia tra 1 e 2 ore.

IL DECORSO POST OPERATORIO

E' previsto un periodo di 48 ore di completo riposo post intervento. Già dal terzo giorno è possibile riprendere la normale routine quotidiana, evitando comunque sforzi, esposizione al sole e trattamenti estetici come lampade abbronzanti o sauna. Dopo circa 3-4 settimane dall’intervento, progressivamente, è possibile riprendere tutte le attività, anche quelle sportive.

INTERVENTI CHIRURGICI ESEGUIBILI INSIEME ALLA MASTOPLASTICA RIDUTTIVA

La mastoplastica additiva è un intervento che si presta ad essere eseguito insieme ad altre pratiche chirurgiche l’addominoplastica e la liposuzione.